Blog


Il potere divino della tv: l’immortalità

Read 5290 times

La tv ha condizionato le nostre esistenze e stili di vita, il modo in cui siamo informati e divertiti, ha influenzato il mondo della politica e, attraverso l’advertising, il sistema economico. Chiaramente entro i prossimi vent’anni l’internet tv sostituirà quella tradizionale.

Il  motivo principale del successo di questo tipo di tecnologia  è la comodità di scegliere il contenuto che si vuole guardare nel momento in cui se ne ha bisogno.  L’offerta di contenuti è sempre più vasta e diversificata. Inoltre i supporti per guardare video online sono sempre di più: tablet, smartphone, computer..

 Di recente anche  la piattaforma per la condivisione video Youtube ha preso il posto della tv nelle abitudini dei consumatori. Youtube non ha solo preso il posto della tv, è uno strumento nuovo a cui dobbiamo pensare come tale; youtube ha raggiunto un miliardo di utenti e le sue previsioni di crescita sono molto positive. “Il segreto è che Youtube permette un uso attivo e dinamico della tv, non solo a una direzione come la tv tradizionale”.

La relazione storica tra televisione e internet non è quella del prima e del dopo. Internet è la versione informatica di relazioni molto tradizionali tra le persone, le istituzioni, le comunità. La televisione sembra resistere alla sostituzione  meglio di ogni altro elemento del sistema mediatico del secolo scorso.

La televisione non è stata molto diversa per i lunghi sessant’anni della sua storia. All’inizio si è inserita nel pensiero convenzionale che aiutava a decodificare i suoi messaggi. Poi, con la sua commercializzazione, ha costruito la nuova convenzione, contribuendo a modificare e manipolare il pensiero collettivo in modo enorme.

Internet invece , sin dagli inizi della sua comparsa, ha recuperato l’autonomia della società dalle influenze della televisione; ha riabilitato le persone a connettersi e riconoscersi indipendentemente dalla fiction televisive, cerando uno spazio totalmente nuovo e indipendente per la comunicazione.

E poi, naturalmente, c’è la pubblicità. Le nuove soluzioni adv sono necessarie e in aumento continuo. Nel frattempo, Google sta sperimentando spot televisivi personalizzati, basati sulla storia delle visualizzazioni di una persona e sui momenti temporali in cui guarda un dato contenuto.

Ma solo l’innovazione e il tempo diranno quali forme e contenuti pubblicitari sono destinati a rimanere. Ben presto, però, nuove caratteristiche dominanti si affermeranno. Le ere di rapido avanzamento durano solo fino a quando il mercato è in grado di sopportare frammentazione e sconvolgimento. Le incognite sono numerosissime, ma tre cose sono certe: i consumatori esigono l’accesso a contenuti di valore; i brand vogliono raggiungere alti livelli di engagement con i propri consumatori. E la televisione, senza alcun dubbio, è pronta ad evolversi per sopravvivere.

Login to post comments
Joomla SEF URLs by Artio