Blog


Video seo e brand reputation: sinergia della stessa medaglia

Read 2589 times Last modified on Friday, 24 April 2015 15:00

Il 2015 è senza dubbio l’anno del video marketing. Le strategie per il successo di un business sembrano ormai dover passare dalla creazione di video virali che possano aiutare le aziende a presentarsi e a fare breccia nel cuore degli utenti. Utilizzare un video come contenuto da condividere sul proprio sito web o su uno dei siti di video sharing, fra cui il più popolare è senz’altro YouTube, ha sia una valenza dal punto di vista della brand reputation che una valenza SEO. E' per questo che le imprese hanno bisogno di implementare strategie di marketing  SEO per i contenuti video.

Un buon contenuto video è infatti potenzialmente virale, può essere cioè condiviso dagli utenti portando in giro per il web l’immagine e il nome della tua azienda. Non esiste una formula definitiva per la creazione di un video virale, in quanto sono molte le variabili in gioco, ma gli steps che l’azienda deve rispettare per arrivare ad una strategia di programmatic advertising vincente sono i seguenti:

1)      Posizione video

La scelta più ovvia per l'hosting è YouTube. YouTube è il più popolare servizio di video hosting, e in realtà è considerato il secondo motore di ricerca al mondo dopo Google .

2)      Scelta delle parole chiave

Le parole chiave scelte sono molto importanti. Così come con qualsiasi strategia SEO, ci sono alcuni posti in cui è importante fare scelte programmate. Il primo è il nome e la meta descrizione che diamo al video. Inoltre un titolo accattivante è un plus (nel caso di YouTube ci riferiamo al campo del titolo durante il caricamento di un video).

3)      Commenti e condivisione sociale

E' importante fornire agli utenti la possibilità di commentare i video e di dare loro un modo semplice per condividere il video con le loro connessioni sui social network.

4)      Trascrizioni

Fornire una trascrizione insieme ai video aiuta i motori di ricerca a capire esattamente di che cosa stiamo parlando. Dal momento che sarebbe molto difficile, se non impossibile, per i motori di ricerca di visualizzare e interpretare tutto il contenuto di ogni video, le  trascrizioni  aiutano a coinvolgere  altri termini che non sono specificamente mirati all'interno del titolo o nome del file.

5)      Video XML Sitemap

I video XML Sitemaps sono molto importanti per aiutare i tuoi contenuti video in quanto danno ai motori di ricerca un elenco definitivo di tutti i contenuti video caricati sul tuo sito. Il formato in cui vengono salvati i contenuti dà ai motori di ricerca una serie di informazioni necessarie per un’ottima e adeguata indicizzazione.

6)      GeoTagging e unione YouTube con Google

L’installazione di GeoTagging  permette di inserire la latitudine e la longitudine in cui è stato girato il video. Questo aiuterà a localizzare il video e a raggiungere gli utenti in determinate zone. Inoltre, collegando il canale YouTube con Google , si può facilmente condividere e gestire i messaggi di video con i contatti.

Infine, ricordiamo che non bisogna mai trascurare l’analisi: una strategia di programmatic advertising “robusta” non è fatta solo di contenuti, ma anche di risultati. Valutare, con cadenza settimanale, l’andamento delle vendite e compararle con gli accessi ai canali digital aiuta a comprendere se la direzione intrapresa è quella corretta.

MCM dispone di un approfondito “know how” dei media off line ed è in grado di anticipare, valutare e misurare i risultati delle attività di marketing e comunicazione. Il servizio di analisi oltre che riguardare le tecniche avanzate di modelli per previsioni economiche comprende l’ottimizzazione di strategie di marketing e media.

Login to post comments
Joomla SEF URLs by Artio