Blog


Items filtered by date: May 2015
Friday, 22 May 2015 00:00
Il controllo della vendita dell'ADV sui device mobili

Alcuni dei maggiori editori degli Stati Uniti hanno annunciato di recente la propria intenzione di pubblicare contenuti sui device mobili direttamente sulla piattaforma social, attraverso l’utilizzo di un nuovo programma Instant Articles.

New York Times, BuzzFeed, National Geographic e NBC News hanno anche deciso di gestire la vendita dei relativi spazi pubblicitari in maniera diretta, mantenendo il controllo e la proprietà sugli utili pubblicitari, rifiutando l’offerta di Facebook di occuparsi della vendita delle ads e dividere poi gli utili.

La piattaforma social e i suoi editori partner sono, invece, assolutamente allineati per quanto riguarda la velocità con cui Instan Articles permette di caricare contenuti nell’app di Facebook (fino a dieci volte più velocemente rispetto al caricamento tradizionale); e sono convinti che il programma offra agli utenti un’esperienza di fruizione più completa e piacevole, portandoli a passare più tempo all’interno dell’ecosistema della piattaforma.

Fondamentalmente Instant Articles permette loro di immettere i propri articoli in maniera veloce e interattiva, mantenendo il controllo sui propri contenuti e modelli di business. Instant Articles rappresenta, inoltre, per gli editori un mezzo per avere un pezzetto di tutti quegli utili che Facebook ha realizzato attraverso la pubblicità mobile: il social network ha, infatti, realizzato 2,42 miliardi di dollari soltanto nel primo trimestre di quest’anno.

Secondo la società di analisi e ricerca eMarketer, gli inserzionisti arriveranno ad investire 50 miliardi di dollari nel comparto della pubblicità mobile degli Stati Uniti entro il 2017, un valore che raddoppia il totale della spesa prevista per l’adv desktop.

Ma la stima realizzata da eMarketer non svela chi godrà dei benefici maggiori in questo nuovo panorama pubblicitario sempre più mobile: tutti i relativi utili dovranno andare da qualche parte.

Con Instant Articles, però, la piattaforma social sembra avere la precisa intenzione di permette agli editori di accedere a una parte di questi ingenti utili, se accettano di pubblicare i loro contenuti direttamente all’interno del network di Facebook.

Naturalmente, quindi, la velocità di immissione degli articoli e il miglioramento della brand experience sicuramente sono fattori importanti, ma al cuore della nuova alleanza tra Facebook e gli editori vi è la questione degli utili pubblicitari.

Invece di utilizzare l’inventory di Instant Articles per promuovere annunci pubblicitari standard, come ha fatto il Times immettendo una diplay ad di Shell simile nel formato a un banner a box, gli editori dovrebbero probabilmente focalizzarsi maggiormente sul distribuire i propri contenuti realizzati per i brand. Gli inserzionisti potrebbero essere molto più interessanti a cogliere l’opportunità di promuovere i propri contenuti in maniera organica su Facebook e ovviare ai limiti imposti dall’algoritmo delle news feed sui messaggi brandizzati.

 

Published in Blog
Thursday, 14 May 2015 00:00
Profilazione online: ultimi giorni per gli adeguamenti alla norma

Il Garante della privacy ha pubblicato in Gazzetta ufficiale le "Linee guida in materia di trattamento dati personali per profilazione online".

In sostanza, si tratta delle indicazioni per tutelare gli utenti e dare ai fornitori di servizi web indicazioni precise su come usare i dati per fornire servizi e effettuare promozioni personalizzate.

Le principali misure prevedono che chi opera su Internet dovrà fornire agli utenti informazioni chiare e complete, richiedere e ottenere il consenso degli interessati, revocabile in ogni momento, e offrire concrete tutele anche a chi non dispone di uno specifico account per accedere ai servizi offerti.

Le regole varate - spiega una nota dell'Autorità - armonizzano e rendono più chiara la gestione delle attività di profilazione, ovvero la definizione di 'profili' di utenti (sulla base di caratteristiche, comportamenti, scelte, abitudini) per fornire servizi o promozioni personalizzate.

Dovranno essere adottate da tutti i soggetti stabiliti su territorio nazionale che forniscono servizi online.

La profilazione potrà essere effettuata solo ed esclusivamente con il consenso dell’utente. Tale consenso si rende necessario non solo per l’utilizzo di cookies comportamentali e di profilazione sul web, ma anche per tutti quei processi che gestiscono attività di profilazione per finalità commerciali quali ad esempio i dati relativi all’uso della posta elettronica, quelle basate sull’incrocio dei dati personali raccolti in relazione all’utilizzo di più funzionalità da parte degli utenti (posta elettronica e navigazione sul web, partecipazione a social network e utilizzo di mappe o visualizzazione di contenuti audiovisivi etc.), quelle basate sull’impiego di strumenti di identificazione (ad esempio il fingerprinting), e così via. All’utente dovrà essere sempre garantito il diritto di revoca dei consensi in precedenza espressi.

Nella home page dei siti web dovrà essere ben visibile, chiara, completa ed esaustiva l’Informativa sul trattamento dei dati personali e dovrà inoltre essere strutturata su più livelli, per facilitarne la lettura e la relativa comprensione: ad esempio nel primo livello l’indicazione dei trattamenti e dei dati oggetto di trattamento e un secondo livello, accessibile dal primo, con ulteriori dettagli sui servizi offerti.

I tempi di data retention (conservazione dei dati) dovranno essere sempre e chiaramente indicati in Informativa per ogni specifica finalità di trattamento. Tali tempi dovranno essere adeguatamente definiti in una sorta di Documentazione delle Scelte.

Queste, in sintesi, le regole previste nelle Linee guida.

Tutele per ogni utente

Le società dovranno tutelare la privacy sia degli utenti autenticati, cioè quelli che accedono ai servizi tramite un account (ad esempio per l'utilizzo della posta elettronica), sia di quelli che fanno uso dei servizi in assenza di previa autenticazione (utenti non autenticati), come in caso di semplice navigazione on line.

 

Informativa

L'informativa sul trattamento dei dati dovrà essere chiara, completa, esaustiva e resa ben visibile, già dalla prima pagina del sito. Essa costituisce il presupposto per consentire agli interessati medesimi di esprimere o meno il consenso all'uso dei propri dati per fini di profilazione ed è preferibile che sia strutturata su più livelli, per renderne più facile la lettura: un primo livello immediatamente accessibile con un solo click dalla pagina visitata, con tutte le informazioni di maggiore importanza (ad esempio l'indicazione dei trattamenti e dei dati oggetto di trattamento); un secondo livello, accessibile dal primo, con ulteriori dettagli sui servizi offerti.

 

Consenso

Qualunque attività di trattamento dei dati personali dell'utente per finalità di profilazione e diversa da quelle necessarie per la fornitura del servizio (ad esempio, i filtri antispam o antivirus, gli strumenti per consentire ricerche testuali, etc.) potrà essere effettuata esclusivamente con il consenso informato dell'utente.

Il termine di 12 mesi previsto per tali adeguamenti scade il prossimo 2 giugno.

 

 

 

Published in Blog
Tuesday, 05 May 2015 00:00
Milano: metropoli stellare

Domenica 3 maggio, sono partite le celebrazioni italiane per lo Star Wars Day 2015. L’appuntamento per tutti i fan è stato  a Milano presso l’Arena Civica Gianni Brera, trasformata per l’occasione nello Star Wars Village, centro nevralgico della giornata, con spazi espositivi ispirati ai vari mondi della saga, stand e sorprese.

Le truppe imperiali, gli Jedi e tutta la compagnia di Guerre Stellari regalato alla metropoli una giornata speciale per i fan della saga.

La celebrazione è avvenuta con un giorno di anticipo per permettere una maggiore partecipazione del pubblico: il vero Star Wars Day cade il 4 maggio.

Perché il 4 Maggio è lo Star Wars Day?

Sebbene sia immediata l’assonanza tra “May the 4th Be With You” e la frase utilizzata dai cavalieri Jedi “May the Force Be With You”, ovvero “Che la forza sia con te”, pochi sanno che la vera storia alla base di questo gioco di parole risale al 1979, quando Margaret Thatcher vinse le elezioni diventando la prima donna premier della Gran Bretagna: per celebrare la sua vittoria, il suo partito le dedicò un’intera pagina del quotidiano London Evening News con il messaggio “May the Fourth Be With You, Maggie. Congratulations”.

A Milano, lo Star Wars Day 2015 è stata una giornata speciale. Prima, in mattinata, la parata per le vie del centro di Milano, in cui hanno sfilato Jedi, Stormtroopers, la Principessa Leila e tutti i personaggi dei film.

Poi, da una terrazza in piazza Duomo si è affacciato Darth Vader, che ha dato inizio alla «conquista» di Milano da parte dell’Impero.

Nel pomeriggio, l’Arena Civica Gianni Brera torna ad essere il centro nevralgico della manifestazione, un’ambientazione straordinaria suddivisa in tre aree tematiche: il Tempio Jedi, Tatooine, pianeta nativo della famiglia Skywalker, e la celebre locanda del primo film della saga. Fiore all’occhiello le riproduzioni fedeli del caccia dei Ribelli X Wing, il Landspeeder di Luke Skywalker e un imponente AT-ST.

All’interno dello Star Wars Village i fans potevano muoversi liberamente, cimentarsi nei combattimenti con le spade laser e interagire con Jedi, Sith, giovani padawan, stormtroopers, cloni, piloti ribelli, guardie imperiali, ambasciatori di tutte le galassie, per testimoniare la propria grande passione. 

Infine, la giornata si è conclusa a suon di musica «stellare» del  DJ Alex Neri, dei Planet Funk, che ha regalato  a tutti i presenti 2 ore di musica no-stop, con un DJ set esclusivo.

 

Per tutta la giornata, l’ArenaCivica Gianni Brera ha ospitato circa 30.000 visitatori all’interno dello Star Wars Village, vero centro nevralgico delle celebrazioni suddiviso in aree tematiche dedicate: il Tempio JediTatooine, pianeta nativo della famiglia Skywalker, la celebre locanda del primo filmdella saga, le riproduzioni fedeli del caccia dei Ribelli X Wing, il Landspeeder di Luke Skywalker.

Nella location si muovevano Jedi, Sith, giovani padwan, stormtroopers, cloni, piloti ribelli, guardie imperiali e ambasciatori di tutte le città.

 

Per festeggiare Star Wars sono stati realizzati anche dei nuovi peluche elettronici parlanti con i principali personaggi del film: Yoda, R2d2, Darth Vader e Chewbacca riprendono vita con le voci direttamente dai film.

 

Published in Blog
Joomla SEF URLs by Artio